Fatturazione elettronica

Ai nostri Clienti offriamo il software cloud di fatturazione elettronica

AVVISO ai nostri Clienti 

Ai nostri fedeli Clienti offriamo il software per l'emissione delle fatture elettroniche ai Clienti e per ricevere le FE dai fornitori 

Il codice univoco di interscambio SDI da comunicare ai fornitori è USAL8PV

Camere di commercio - Banche - Agenzia entrate

NON SOLO LORO ma anche noi

semplicemente in modo pratico ed indolore risolviamo il primo impatto alla fatturazione elettronica. Dal 2019 tutti dovremo emettere e ricevere fatture “elettroniche", lo Studio, per i Clienti che ci affidano la contabilità, ha pronto un pacchetto di servizi  che Vi permette di affrontare questo radicale passaggio in maniera indolore ed assistita da noi. Lo Studio fornisce compresi i tre strumenti necessari (HUB – SPORTELLO FATTURE – E.FattureWEB), sia per emettere fatture “elettroniche” (se non avete già software adatto) che per ricevere quelle dei fornitori in modo agevole e pratico, ma soprattutto in modo integrato con lo Studio ed i nostri gestionali per la contabilità e dichiarazioni fiscali varie.

in modo pratico ed indolore fatturazione elettronica

Good Nwes
semplicemente in modo pratico ed indolore risolviamo il problema della fatturazione elettronica. Dal 2019 tutti dovremo emettere e ricevere fatture “elettroniche", lo Studio, per i Clienti che ci affidano la contabilità, ha pronto un pacchetto di servizi COMPRESO nell costo della contabilità che Vi permette di affrontare questo radicale passaggio in maniera indolore ed assistita da noi. Lo Studio fornisce i tre strumenti necessari (HUB – SPORTELLO FATTURE – E.FattureWEB), sia per emettere fatture “elettroniche” (se non avete già software adatto) che per ricevere quelle dei fornitori in modo agevole e pratico, ma soprattutto in modo integrato con lo Studio ed i nostri gestionali per la contabilità e dichiarazioni fiscali varie.

Guida per la emissione ricezione e conservazione delle fatture elettroniche

L'Agenzia delle entrate ha aggiornata la Guida per la emissione ricezione e conservazione delle fatture elettroniche emesse ai Clienti e ricevute dai fornitori

Cliccate qui per leggere il documento ufficiale Agenzia entrate che guida alla fatturazione elettronica per le fatture emesse ai Clienti e ricevute dai fornitori

AVVIO FACILE ALLA FATTURA ELETTRONICA

Lo Studio è attrezzato per offrire il servizio “avvio facile alla fattura elettronica” per i Clienti la possibilità di partire facilmente e senza problemi, con l’ emissione della fattura elettronica e ricezione dai Fornitori.

SERVIZIO “AVVIO FACILE ALLA FATTURA ELETTRONICA”.

 Fatture elettroniche tra titolari di partita IVA (B2B).

Dal 01/01/2019 tutti i titolari di partita IVA dovranno procedere con l’invio ai Clienti delle fatture elettroniche; e di conseguenza strutturarsi anche per la ricezione dai Fornitori.

Lo Studio è attrezzato per offrire il servizio “avvio facile alla fattura elettronica”.

Il servizio si propone di offrire ai Clienti la possibilità di partire facilmente e senza problemi, e senza la profonda conoscenza dei sistemi complessi di accreditamento, con l’ emissione ai Clienti della fattura elettronica; e con la ricezione delle fatture elettroniche dai Fornitori.

I servizi completano il quadro con il servizio di conservazione dei documenti informatici (fattura elettronica).

Soggetti sonerati 

Dall’obbligo di emissione della fattura in formato elettronico sono esonerati solo i soggetti di minori dimensioni che si avvalgono del cosiddetto “regime di vantaggio” previsto dall’art. 27 comma 3 del Decreto Legge n. 98/11 o del “regime forfettario” previsto dalla Legge n. 190/14.

Ricezione Fattura elettronica dai fornitori.

Per ricevere una fattura elettronica è indispensabile comunicare al proprio fornitore una "destinazione elettronica". 

La "destinazione elettronica" può essere:

una PEC; 

un codice destinatario. 

Qualunque sia il canale di ricezione scelto dal soggetto, questi dovrà poi occuparsi di gestire le fatture elettroniche ricevute.

La fattura ricevuta non sarà in formato PDF, ma in formato XML, non facilmente intelleggibile. Ci si dovrà attrezzare con un convertitore da XML a PDF, facilmente reperibile anche gratuitamente.

Ricezione tramite PEC 

Il soggetto titolare di partita IVA che intenda ricevere tramite PEC le fatture elettroniche in transito sul Sistema di Interscambio, deve essere fornito di una casella di posta elettronica certificata (PEC).

La PEC ha valenza legale in quanto certifica l'invio e la ricezione dei messaggi, con eventuali allegati ed è  equiparata ad una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Il cedente, fornitore di beni o servizi, quando predispone la fattura di vendita elettronica, dovrà indicare tutti i dati e la PEC del committente/cliente e potrà procedere con l'invio del file XML al Sistema di Interscambio (SDI) che si occuperà di recapitare il documento alla PEC del cliente destinatario.

Nel caso di ricezione tramite PEC il codice destinatario standard da utilizzare è "0000000".

Consigliamo di attivare una casella PEC apposita per non “intasare” la casella PEC destinata alla “classiche raccomandate”.

Ricezione tramite canale/Codice Destinatario 

Il soggetto titolare di partita IVA che intenda ricevere le fatture elettroniche tramite uno specifico Codice Destinatario a 7 caratteri, potrà reperirlo sul sito www.fatturapa.gov.it, ma per inoltrare la richiesta dovrà essere titolare di un canale di trasmissione accreditato presso il Sistema di Interscambio. 

Coloro che non ne dispongono possono ricevere le fatture elettroniche attraverso  PEC.

Emissione Fattura elettronica ai Clienti.

Canale accreditato presso SdI

La richiesta di accreditamento di un canale per la trasmissione dei dati delle fatture avviene accreditandosi al sito del Sistema di Interscambio (www.fatturapa.gov.it), raggiungibile seguendo il percorso Home – Strumenti. L’ accreditamento comporta sia l’attivazione dei servizi che consentono la trasmissione dei file fattura (SDICoop per il canale Web-service, SPCoop per il canale Porta di Dominio, SDIFTP per il canale FTP), sia l’attivazione del servizio che consente la trasmissione dei file dei dati fattura (SDIDati per tutti e tre i canali).

L’utente effettuerà i test di connessione per verificare se riesce a raggiungere e richiamare il servizio esposto dal Sistema Ricevente e, a test conclusi, richiede il passaggio in produzione per l'accreditamento definitivo del proprio canale.

Codice destinatario B2B

Una volta che un utente abbia accreditato un canale per la ricezione delle fatture elettroniche destinate a clienti partita IVA (non PA), può richiedere uno o più codici destinatario (per ora fino ad un massimo di 100) attraverso l’accesso all’apposita sezione dell’area riservata (Strumenti Gestire il canale) del sito www.fatturapa.gov.it.

All’interno della sezione Gestire il canale, l’utente dovrà caricare la richiesta di accreditamento originariamente presentata.

Il sistema verifica la genuinità della richiesta e abilita le voci di sottomenù tra le quali la Richiesta codici destinatario B2B, che avvia la procedura per ottenere in tempo reale i codici richiesti.

Conservazione dei documenti informatici (fattura elettronica)

La procedura di conservazione (art. 3 del DM 17.6.2014) deve rispettare le vigenti disposizioni in materia di tenuta della contabilità, deve consentire le funzioni di ricerca e di estrazione delle informazioni dagli archivi informatici in relazione almeno al cognome, al nome, alla denominazione, al codice fiscale, alla partita IVA, e alla data o associazioni logiche di questi ultimi, laddove tali informazioni siano obbligatoriamente previste; e termina con l’apposizione di un riferimento temporale opponibile a terzi sul pacchetto di archiviazione.

E’ effettuata entro il termine di tre mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi (art. 7 co. 4-terdel DL 357/94), laddove tale termine vale anche per la conservazione delle fatture elettroniche quando, invece, nella disciplina applicabile fino al 26.6.2014, la conservazione dei suddetti documenti doveva avvenire con cadenza almeno quindicinale.

Molti sono i fornitori di questo servizio, compreso il nostro Studio.

 

Risparmio condiviso Noi offriamo ai nostri Clienti

Nuovi processi digitali avanzano

Noi di Studio Pavoni siamo avanzati in tale sviluppo dei processi digitali.
Noi di Studio Pavoni vogliamo trasferire questi vantaggi ai Clienti, anche in termini economici.

La nuova sfida contemporanea è la digitalizzazione.
Il processo digitalizzato della fattura elettronica ci permette di svolgere le attività contabili in processi formalizzati in modo corretto. È il processo stesso che propone la cosa giusta da fare, evita errori ed attiva le funzioni del software gestionale necessarie per svolgere correttamente la mansione e guida fino alla conclusione dell’attività. Risparmio ed efficienza, eliminazione di dimenticanze, impedisce errori e deviazioni dal processo come definito. Migliorando la produttività. Ed è questo miglioramento che vogliamo cogliere ed il risparmio connesso da condividere con i nostri clienti. 

Gestire file, anziché la stampa su carta degli stessi, fa risparmiare tempo e denaro, avere archiviati i file delle fatture anziché  le stampe, che devono poi essere ordinate e raccolte in faldoni, che vanno negli armadi, che poi sono da conservare in archivi storici (cantine o garage o uffici) è certamente più economico.
Questo vantaggio economico, in termini di tempo risparmiato, noi di Studio Pavoni, vogliamo condividerlo con i nostri Clienti. Offriamo quindi ai nostri clienti un risparmio sulla digitalizzazione del processo di fatturazione elettronica, consegnando COMPRESI nel NORMALE COSTO della contabilità per sempre sino a che sono nostri clienti, gli strumenti software per la fatturazione elettronica.

Risparmio condiviso
Noi di Studio Pavoni, offriamo ai nostri Clienti, per sempre, sino a che sono nostri clienti, gli strumenti software per la emissione della fattura, in modo semplice, come lo avete fatto sino ad ora, con il vostro software, ma con il nostro saranno emesse e gestite via web in cloud, con modalità ancora più semplice e fruibile in ogni luogo ed ogni computer, basta una connessione internet. 
Un ulteriore vantaggio è anche quello della concatenazione con il nostro gestionale per la contabilità e le dichiarazioni fiscali.

Indipendenza da noi.
I nostri clienti mantengono sempre la loro indipendenza da noi. Infatti i file delle fatture elettroniche sono totalmente disponibili per i download in ogni momento. Anche se non utilizzate più i nostri programmi, anche se non siamo più vostri consulenti e fornitori, potrete avere i file, come fossero i faldoni dei documenti consegnati. Per di più l’indipendenza è ancora maggiore e garantita rispetto ad ora, in quanto i file delle fatture emesse e ricevute sono disponibili presso l’Agenzia delle entrate e sono da loro conservati in modo digitale. 

Le nostre soluzioni alle criticità della E.fattura
La fattura elettronica comporta certamente una prima fase di criticità è dovuta al primo settaggio dei propri dati presso l’ Agenzia entrate, una seconda alla comprensione delle dinamiche di trasferimento delle fatture. 

Set-UP dei dati presso l’ Agenzia entrate: QRcode
Per i nostri Clienti e per coloro che ci affidano la contabilità questo servizio è COMPRESO.

Noi di Studio Pavoni supportiamo in questa prima fase i nostri Clienti e consigliamo per il set-up in modo snello e ottimizzato.  Se non volete avere pensieri potete delegarci a tali adempimenti e noi genereremo il vostro QRcode con tutti i dati necessari per inviare e ricevere le fatture elettroniche.

Software invio fatture elettroniche emesse ai clienti e ricezione dai fornitori
Per i nostri Clienti e per coloro che ci affidano la contabilità questo software è COMPRESO.

La seconda criticità della fattura elettronica è dovuta alla comprensione delle dinamiche di trasferimento dei file XML, delle fatture emesse, alla Agenzia entrate attraverso il sistema di interscambio ed alle modalità per la ricezione di quelle emesse dai nostri fornitori.
Noi di Studio Pavoni mettiamo a disposizione dei tutti gli strumenti, software da non installare, ma utilizzabili via web in cloud, per tali dinamiche e li supportiamo in tutte le fasi di invio fatture elettroniche e ricezione delle fatture elettroniche dei fornitori, in modo in modo comodo e semplice.

L’invio della fattura elettronica avviene dopo la generazione della stessa con i soliti vostri software, dal gestionale aziendale oppure con Office WORD, EXCEL o atri.
La fattura così generata era poi stampata, spedita ai clienti per posta ordinaria oppure trasformata in PDF ed inviata per email.
La fattura elettronica prevede un passaggio in più, un ulteriore trasformazione in file XML con campi predefiniti. Niente di complesso, come trasformare la fattura in un file PDF, la particolarità è appunto il meccanismo di trasformazione. Ora tutti noi sappiamo “stampare in PDF”, dovremo avere un più un “trasformatore” del nostro file fattura che “stampa in XML”. Niente di particolarmente complesso. 
La complessità sta nel fatto che il file XML ha campi predefiniti, dove devono confluire i dati della fattura, dati che devono essere richiesti e confermati nel momento della sua generazione. Ecco perché WORD o EXCEL non sono più utilizzabili in quanto schemi di fatturazione e neppure alcuni programmi di gestione aziendale.

Noi di Studio Pavoni, offriamo ai nostri per sempre, sino a che sono nostri clienti, gli strumenti software per la emissione della fattura, in modo semplice, come lo avete fatto sino ad ora, con il vostro software, ma con il nostro saranno emesse e gestite via web in cloud, con modalità ancora più semplice e fruibile in ogni luogo ed ogni computer, basta una connessione internet. 
Un ulteriore vantaggio è anche quello della concatenazione con il nostro gestionale per la contabilità e le dichiarazioni fiscali.

QRcode 
Con questo codice, simile al codice a barre, ma quadrato, potrai far acquisire dal cellulare o via email, i tuoi dati fiscali in modo semplice ed automatico. 
Ad esempio dal benzinaio oppure al bar o al ristorante o da un nuovo fornitore.

Fatture elettroniche Clienti
Con il nostro programma emettete le fatture da inviare ai clienti, le stampate (volendo) e le trasformarle in PDF, meglio di come avete sempre fatto e con la stessa semplicità. Potrete anche inviarle ai clienti per email in formato PDF ed anche, contemporaneamente, in formato XML. 
Nel momento della conferma saranno trasformate in fatture elettroniche (.XML), nel formato e con le caratteristiche standard richieste dalla Agenzia entrate. 
Generato il file .XML potrete scegliere:
- se inoltrarle a noi in Studio, in modo automatico e senza invio a noi di email; noi le invieremo alla AdE, come ora facciamo, ad esempio, con i modelli F24 e le dichiarazioni fiscali, e monitoreremo le ricevute di ricezione; (servizio a pagamento)
oppure 
- inviarle voi direttamente all’ Agenzia delle entrate con il nostro programma che vi darà conferma, con un semaforo verde, del corretto invio.
Il vantaggio dell’uso del nostro portale è anche quello della concatenazione con il nostro gestionale per la tenuta della contabilità iva e redditi, nonché con le dichiarazioni fiscali. Le fatture emesse e ricevute saranno PRE-caricate da contabilizzare dopo attenta verifica e conferma.
Con il nostro programma potete gestire anche le scadenze di incasso dai clienti e quindi fare una previsione di cash-flow dei flussi di incassi per periodo.

Fatture elettroniche fornitori
Con il nostro programma ricevete le fatture inviate dai fornitori, in formato elettronico .XLM, potete vederle in formato PDF e stamparle (volendo), meglio di come avete sempre fatto e con la stessa semplicità. Potrete anche gestire le scadenze dei pagamenti ed integrarle con quello dei clienti per verificare il cash-flow dei flussi di incasso e pagamento.
Il vantaggio nell’uso del nostro portale è ancora quello della legame con il nostro programma per la tenuta della contabilità iva e redditi, nonché con le dichiarazioni fiscali.

Risparmio condiviso
Ecco quindi spiegate ed evidenziate le ragioni, per cui vi possiamo e vogliamo offrire la condivisione di un risparmio e perciò COMPRESO per sempre, sino a che sarete nostri clienti, gli strumenti web con i quali potrete emettere le fatture ai clienti, stamparle, trasformarle in PDF, inviarle vie email, trasformarle in fattura elettronica xml, inviarla alla agenzia entrate. Potete anche ricevere le fatture dei fornitori, stamparle, trasformarle in PDF, nonché gestire incassi e pagamenti. Il tutto integrato con le cantabilità tenuta da noi in Studio.

Anche se rinviano: utilizziamo la fattura elettronica
Emendamenti alla norma sono stati indicati come rinvio in funzione del numero dei dipendenti. Credo invece necessario approfittare dell’occasione fornita per partire ugualmente con le fatture elettroniche, seguendo, forse anticipando alcuni altri, l’inevitabile proficuo vantaggio della fattura elettronica. Peraltro probabilmente alcuni nostri clienti, come ora la Pubblica amministrazione, ci obbligheranno a utilizzarla per perfezionare i loro cicli informatici. Non vediamo come raziocinante avere parte in elettronico e parte in cartaceo da gestire con protocollazioni diverse e sistemi software diversificati.

Anche i forfettari

Per questo motivo anche i forfettari, seppure sin da ora non obbligati, è opportuno che adottino la fattura emessa digitale elettronica, per il fatto che riceveranno fatture elettroniche e che seppure non obbligati alla registrazione IVA, ma sono obbligati alla loro conservazione, e pur non deducendo i costi, sono obbligati ad indicarli riassunti nel prospetto RS della dichiarazione dei redditi, con forma diverse di dettaglio nelle dichiarazioni fiscali. Per questo molto più snello e semplice avere in dati in formato digitale. Anche loro i forfettari risparmiano con la fatturazione elettronica.

Processo di ‘digital transformation’ degli Studi dei Commercialisti

Con le fatture elettroniche il processo di trasformazione digitale degli Studi dei Commercialisti prosegue quindi inesorabile verso la dematerializzazione dei documenti, anche fiscali e degli archivi contabili, che sono già è in atto con le dichiarazioni dei redditi. La fattura elettronica inviata via web all’ AdE completa i documenti che già devono essere inoltrati in formato digitale: le dichiarazioni fiscali già inviate via web da anni.

La sfida della ‘”digital transformation”’ .

Il processo trasformazione digitale ci permette di svolgere le attività in processi formalizzati in modo corretto. È il processo stesso che propone la cosa giusta da fare, evita errori ed attiva le funzioni del software gestionale necessarie per svolgere correttamente la mansione e guida fino alla conclusione dell’attività. Risparmio ed efficienza, eliminazione di dimenticanze, impedisce errori e deviazioni dal processo come definito. Migliorando la produttività. Ed è questo miglioramento che vogliamo cogliere ed il risparmio connesso da condividere con i nostri clienti. 

Lo studio digitalizzato è più efficiente e più snello.

processi ripetitivi che richiedono solo confronti e verifiche senza alcuna interazione sono i primi, negli studi, che sono stati digitalizzati. Per ridurre gli sprechi di tempo e abbattere gli errori, in perfetta logica “lean” di ottimizzazione.


Un esempio classico è la riconciliazione bancaria. 

Da sempre si faceva manualmente, si “spuntavano” le righe dell’estratto conto dopo aver verificato che ci sia corrispondenza con una riga del partitario. Era lungo e foriero di errori. Oggi questa attività è stata da noi quasi totalmente automatizzata richiedendo all’operatore solo come comportarsi nei punti che richiedono una interpretazione, ad esempio come gestire gli interessi. E il personale di studio libera tempo da poter dedicare ad attività a maggior valore aggiunto. Efficacia. Efficienza. Miglioramento. Risparmio. Altro esempio di tutti i giorni e di tutti. La ricerca di una via o della strada per raggiungere un luogo sembra arcaico ma veniva fatta con la carta sulla cartina, ricercando a mano il luogo e la via migliore per raggiungerlo. Ora tutti i giorni in modo certamente più efficiente ed efficace con la digitalizzazione della cartina stradale utilizziamo il navigatore satellitare, che oggi ritroviamo persino anche sullo smartphone, trasformato da utility a commodity. Lo stesso per la digitalizzazione dei dizionari e delle enciclopedia, ora su google.

La stessa cosa avverrà con la fattura elettronica, digitalizzando i flussi finora cartacei.